Il Cammino della Via di Carlo Magno

Condividi

Il Cammino della Via di Carlo Magno

Inviato da Giada Galbassini il Ven, 01/03/2019 - 12:20

Pianifica, racconta, condividi

Con gli itinerari personalizzati della Valle dei Segni pianifichi il tuo viaggio in Valle Camonica:
scegli cosa vedere, in base al tempo a disposizione e al tipo di visita
  CREA IL TUO ITINERARIO

Medio
5 tappe
0

Un itinerario paesaggistico, storico e culturale, da percorrere in più giorni 

Con la Donazione del 774, Carlo Magno infeudava la Valle Camonica, recentemente conquistata, al monastero di San Martino di Marmoutier che, nei decenni successivi, vi introdurrà e consoliderà il cristianesimo fondando numerose chiese e cappelle. 

Ma un'antica leggenda trasfigura questa realtà, narrando le gesta di Carlo Magno che, attraversando tutta la valle, conquista i castelli dei signori locali inducendoli, o costringendoli, alla conversione. Per celebrare le vittorie, ma, soprattutto, la vittoria della Vera Fede, Carlo Magno fa erigere una serie di chiese cui i sette vescovi che lo accompagnano concedono ricche doti di indulgenze.

La leggenda, ambientata in una geografia reale, nomina castelli e chiese spesso ancor oggi visibili, oppure testimoniati da evidenze materiali o documentarie, formando un itinerario a tappe che, nel tardo medioevo, erano considerate altomedievali: un tour turistico ante litteram che oggi può essere ripercorso, sulle orme dell'antica leggenda che continua ad esercitare il suo fascino e che poi scoprire nell'itinerario artistico-culturale
La Leggenda di Carlo Magno nel cuore delle Alpi
 

Ma al passaggio di Carlo Magno in Valle Camonica è legato anche il Cammino che ti presentiamo qui, che ti permetterà di attraversare la Valle dei Segni a piedi, ripercorrendo il presunto percorso compiuto dal celebre re cristiano "a passo lento", per scoprire il territorio immeregndoti in esso.

Da oggi il Cammino di Carlo Magno ha anche un suo sito internet dedicato:
www.camminodicarlomagno.it

 


L'itinerario è promosso dagli Amici della Via Valeriana dal Lago d'Iseo alla Valle Camonica (lo trovate anche su Facebook), fondato da Antonio Votino e Andrea Grava. Il gruppo è nato con l'obiettivo di promuovere due itinerari a piedi presenti in Valle Camonica, con lo scopo di farli conoscere, sviluppare e creare una realtà di Cammino che possa valorizzare il territorio.

I due percorsi sono la Via Valeriana e la Via di Carlo Magno. La Via Valeriana, da Pilzone d'Iseo fino al Passo del Tonale (da un lato) e al Passo dell'Aprica (dall'altro), si snoda per circa 130 km. La Via di Carlo Magno, da Lovere a Ponte di Legno, si snoda per circa 90 km + i circa 9 km per il Tonale nei quali si unisce alla Via Valeriana.

>>> SCARICA DA QUI IL PIEGHEVOLE DEL PERCORSO!


Tutte le descrizioni e le immagini delle tappe del Cammino sono di © Andrea Grava e Antonio Votino

ATTENZIONE!!! 
Per avere informazioni più complete e dettagliate delle tappe di questo cammino e per tutti gli aggiornamenti e per conoscere le strutture di ospitalità convenzionate che potete incontrare lungo il percorso, potete contattare i promotori tramite la richiesta d'iscrizione al gruppo Facebook Amici della Via Valeriana o scrivendo una e-mail a: amiciviavaleriana@libero.it       

Via di Carlo Magno. TAPPA 1: da Lovere e Boario (16,4 km)

1
Descrizione della tappa La tappa inizia dalla piazza del porto di Lovere, percorrendo i vicoli del centro storico, arriviamo alla Basilica di Santa Maria in...

Descrizione della tappa
La tappa inizia dalla piazza del porto di Lovere, percorrendo i vicoli del centro storico, arriviamo alla Basilica di Santa Maria in Valvendra. Il percorso nella prima parte è su strada asfaltata con poche difficoltà ma
molto bello, per la vista panoramica sul lago d'Iseo. Attraversiamo le frazioni di Corti e di Volpino nel comune di Costa Volpino. Arrivati alla cappella di San Carlo Borromeo si lascia l'asfalto e intraprendiamo un sentiero acciottolato che ci porta a Castelfranco di Rogno. Scendiamo verso il comune di Rogno dove il percorso ritorna di nuovo su asfalto e pianeggiante. Passando per Bessimo si prende una strada lastricata che salendo conduce fino al Lago Moro e lo circonda per scendere fino al piccolo paese di Capo di Lago. Proseguendo, poco dopo il paese, si prende una mulattiera che conduce fino alla Forra del Dezzo e poi a Gorzone. La tappa si conclude davanti alle Terme di Boario.

 

Paesi percorsi
Lovere, Corti (frazione di Costa Volpino), Volpino (frazione di Costa Volpino), Castelfranco (frazione di Rogno), Rogno, Bessimo inferiore (frazione di Rogno), Capo di Lago (frazione di Darfo Boario Terme), Boario Terme (frazione di Darfo Boario Terme).
 

IAT Alto Sebino

Skype: Ufficio IAT Alto Sebino Facebook: Ufficio Turistico Alto Sebino - Alto...

Lovere

Dopo una curva, il lago Dopo aver viaggiato tra i monti e le valli bergamasche...

Rogno

A Rogno è molto importante è la Chiesa di Santo Stefano Protomartire , nota...

Darfo Boario Terme

« S'arriva poi a Darfo, terra grande, e numerosa, con famiglie civili, ed anco...

Terme di Boario

Le Terme di Boario sono un importante punto di riferimento per il turismo della...

Castello Federici

Dimora della potente famiglia dei Federici il Castello di Gorzone, situato su...

Via di Carlo Magno. TAPPA 2: da Boario e Breno (16,4 km)

2
Chiesa di Santa Maria Assunta - Esine
Descrizione della tappa La tappa partendo dalle Terme di Boario prosegue verso la frazione di Montecchio senza mai entrare nel centro abitato, si può osservare...

Descrizione della tappa
La tappa partendo dalle Terme di Boario prosegue verso la frazione di Montecchio senza mai entrare nel centro abitato, si può osservare il Ponte seicentesco sul fiume Oglio. La prima parte del percorso è su asfalto e per qualche km si percorre la ciclabile del fiume Oglio, che si lascia prima di arrivare nelle frazioni della Sacca e di Plemo del comune di Esine. Arrivati ad Esine è assolutamente consigliata una sosta per visitare la Chiesa di Santa Maria Assunta. All'interno dell'edificio religioso possiamo osservare il ciclo di affreschi dell'artista Pietro da Cemmo risalenti al XV secolo. La tappa continua su strada sterrata/acciottolata verso la Chiesa della Santissima Trinità nella parte alta del comune di Esine. Proseguendo si superano le chiese di San Lorenzo (per la visita chiedere le chiavi presso la gelateria presente in piazza, accanto alla Parrocchiale) e di San Michele nel comune di Berzo Inferiore. Il percorso ritorna su asfalto nei pressi del comune di Bienno, dove è consigliata la visita. La tappa si conclude nel comune di Breno dopo aver attraversato in leggera discesa la frazione di Mezzarro.

Paesi percorsi
Darfo Boario Terme, Esine, Berzo Inferiore, Bienno, Mezzarro, Breno.

 

Darfo Boario Terme

« S'arriva poi a Darfo, terra grande, e numerosa, con famiglie civili, ed anco...

Terme di Boario

Le Terme di Boario sono un importante punto di riferimento per il turismo della...

Esine

Il comune di Esine si trova posizionato alla fine della Valgrigna Da vedere:...

Berzo Inferiore

Il paese di Berzo Inferiore si trova nella parte inferiore della Valgrigna,...

Bienno

Bienno (Bién in dialetto camuno) è un comune italiano di 3 958 abitanti, della...

Breno

Breno (Bré in dialetto camuno) sorge in una forra naturale dalla direzione nord...

Castello di Breno

Il Castello di Breno sorge arroccato su un colle che sovrasta il paese: l’...

Camus - Museo Camuno

Articolato in dieci sale e in una loggia, che ospita la Raccolta Archeologica,...

Via di Carlo Magno. TAPPA 3: da Breno e Grevo (17,6 km)

3
Descrizione della tappa Lasciato il centro storico di Breno si segue la via salendo verso l'Eremo di San Valentino ed entrando nei boschi. Si passano poi i...

Descrizione della tappa
Lasciato il centro storico di Breno si segue la via salendo verso l'Eremo di San Valentino ed entrando nei boschi. Si passano poi i paesi di Niardo, Braone e Ceto, fino ad arrivare a Nadro e alle aree ricche di incisioni rupestri di Foppe di Nadro e Naquane. Giunti ai margini di Capo di Ponte, sempre nel bosco, si arriva a Grevo dove termina la nostra tappa. La tappa si svolge per la maggior parte nei boschi e su comodi sentieri, a volte acciottolati, che ci regalano stupende visuali sulla valle.

 

Paesi percorsi
Breno, Niardo, Braone, Ceto, Nadro (frazione di Ceto), Capo di Ponte, Grevo (frazione di Cedegolo).

Breno

Breno (Bré in dialetto camuno) sorge in una forra naturale dalla direzione nord...

Chiesa di S.Antonio

Cuore religioso e civico della comunità brenese, S. Antonio fu costruita nella...

Camus - Museo Camuno

Articolato in dieci sale e in una loggia, che ospita la Raccolta Archeologica,...

Castello di Breno

Il Castello di Breno sorge arroccato su un colle che sovrasta il paese: l’...

Niardo

Niardo è un comune di 1.995 abitant, che sorge in media Valle Camonica, poco a...

Braone

[fotografia: Luca Giarelli]

Ceto

[fotografia: Luca Giarelli]

Capo di Ponte

Capo di Ponte è un Comune della media valle Camonica. E' famoso grazie alle...

Via di Carlo Magno. TAPPA 4: da Grevo e Edolo (20,2 km)

4
Descrizione della tappa La tappa inizia nel centro di Grevo da dove inizia la discesa verso Cedegolo e poi la salita verso il paese di Andrista. La prima parte...


Descrizione della tappa

La tappa inizia nel centro di Grevo da dove inizia la discesa verso Cedegolo e poi la salita verso il paese di Andrista. La prima parte della tappa si percorre nella natura, tra boschi e spazi aperti, con belle viste sulla valle sottostante. Arrivati presso Malonno ci si abbassa di quota e si costeggia il fiume Oglio, per poi risalire verso Rino e Sonico. Quasi alla fine della meta ci si rialza di quota, passando nei boschi, per poi ridiscendere a Mu e Edolo. La tappa, oltre alla natura, permette di ammirare alcuni paesi medievali e il Parco delle Incisioni rupestri di Sonico.

Paesi percorsi
Cedegolo, Andrista (frazione di Cevo), Rino (frazione di Sonico), Sonico, Edolo.

Cedegolo

Cedegolo (Sedégol in dialetto camuno) è un comune italiano di 1 243 abitanti,...

Sonico

L'abitato di Sonico sorge poco più a sud di quello di Edolo. Il suo territorio...

Edolo

« Edolo dunque è terra grande, situata al piano, tutta borgata, ornata di...

Berzo Demo

Il comune di Berzo Demo si trova adagiato sulle pendici meridionali del Pian...

Malonno

Malonno (Malòn in dialetto camuno) è un comune italiano di 3 325 abitanti,...

Via di Carlo Magno. TAPPA 5: da Edolo e Ponte di Legno (22,4 km)

5
Descrizione della tappa La tappa inizia nel centro storico di Edolo da dove inizia la salita. Il percorso si svolge quasi interamente in posizione panoramica e...

Descrizione della tappa
La tappa inizia nel centro storico di Edolo da dove inizia la salita. Il percorso si svolge quasi interamente in posizione panoramica e su comodi sentieri. Si attraversano numerosi paesi: Incudine, Vezza d'Oglio, Vione, Temù, Villa Dalegno e infine Ponte di Legno. Tappa che permette di apprezzare le bellezze naturalistiche e storiche dell'Alta Valle Camonica. Giunti a Ponte di Legno la Via di Carlo Magno confluisce sulla Via Valeriana, che unite in unico tracciato raggiungono il Passo del Tonale e quindi il Trentino Alto Adige.

Paesi percorsi

Edolo, Incudine, Davena (frazione di Vezza d'Oglio), Vezza d'Oglio, Vione, Temù, Villa Dalegno (frazione di Temù), Ponte di Legno.

Edolo

« Edolo dunque è terra grande, situata al piano, tutta borgata, ornata di...

IAT Edolo

L'ufficio turistico dove trovare tutte le informazioni per la tua esperienza di...

Vezza d'Oglio

Vezza d'Oglio è posto sulla riva destra del fiume Oglio, lungo la strada...

Temù

[fotografia: Luca Giarelli]

Ponte di Legno

Ponte di Legno (Pònt Dalègn in dialetto camuno) è un comune italiano di 1.746...